Vai menu di sezione

Contributo a sostegno delle attività economiche di vicinato

scadenza 4 novembre 2019

Il Comune di Cesiomaggiore informa che la Provincia di Belluno ha pubblicato un bando per l'erogazione di contributi a sostegno delle cosiddette attività di vicinato (negozi di paese, bar e caffé con superficie fino a 250 mq). Di seguito si riportano alcuni contenuti del suddetto bando. Per maggiori dettagli e chiarimenti rivolgersi a:

Provincia di Belluno: a.candeago@provincia.belluno.it
Camera di Commercio: Elena Zambelli 0437/955140

Maggiori e complete informazioni nel bando  cliccando al seguente link:

 http://www.provincia.belluno.it/nqcontent.cfm?a_id=11112&tt=belluno 

BANDO AREE DI VICINATO (SCADENZA ORE 12 DEL 04.11.2019)

 Bando per garantire i servizi essenziali nelle aree marginali

Con il contributo del Fondo Comuni Confinanti la Provincia pubblica un bando a sostegno delle attività economiche di vicinato.

 La Provincia di Belluno, con il sostegno economico del Fondo Comuni Confinanti e con la collaborazione tecnica della Camera di Commercio di Treviso-Belluno Dolomiti e della Confcommercio di Belluno, ha ideato il progetto strategico “Sviluppo di un nuovo modello di intervento per garantire i servizi essenziali nelle aree marginali attraverso il sostegno dei negozi polifunzionali”.
Al fine di promuovere la polifunzionalità delle imprese commerciali bellunesi, con il bando pubblicato per l’anno 2019 saranno concessi contributi per un importo totale di 1,5 milioni di euro.

 Il bando vuole premiare i progetti di miglioramento e sviluppo degli esercivi di vicinato e dei pubblici esercizi nell’ottica del raggiungimento della polifunzionalità dei servizi resi con l’obiettivo ultimo di mantenere nelle terre alte i servizi minimi utili a scongiurare lo spopolamento della nostra montagna. 

Importo agevolazione:

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributo a fondo perduto per un importo massimo del 40% sulla spesa sostenuta ed effettivamente ammissibile.

Il contributo a fondo perduto pari al 40% della spesa rendicontata è ammissibile con i seguenti :

limite massimo di 80.000 euro (per una spesa di 200.000 euro)

limite minimo di 2.400 euro (per una spesa di 6.000 euro).

 Non sono ammesse domande di partecipazione per investimenti inferiori a 6.000 euro.

Soggetti beneficiari:

che svolgono attività di commercio nella tipologia di esercizio di vicinato o esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e che svolgano e/o intendono esercitare attività commerciale polifunzionale come meglio specificato all’art. 3 del bando 2019.

 Al momento della richiesta l’impresa deve:

a)  esercitare un’attività economica commerciale nella tipologia esercizi di vicinato ovvero di pubblico esercizio con codice Ateco 56.30;

b) essere regolarmente iscritta al Registro delle Imprese istituito presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio e con il pagamento del diritto annuale, fatta salva la regolarizzazione entro il termine che verrà assegnato.

Spese ammissibili:

Le spese che possono essere finanziate riguardano

  • Ø Macchinari
  • impianti produttivi
  • Ø attrezzature nuove di fabbrica
  • Ø impianti di illuminazione e di sicurezza,
  • Ø arredi nuovi di fabbrica
  • Ø ristrutturazione e ammodernamento di beni immobili finalizzati allo svolgimento delle attività commerciali,
  • Ø hardware,
  • Ø programmi informatici
  • Ø interventi di innovazione digitale,
  • Ø sistemi per l’accettazione di pagamenti innovativi
  • Ø vetrine intelligenti
  • realtà aumentata.

termine e modalità

Le domande vanno inviate alla Provincia di Belluno esclusivamente tramite PEC all’indirizzo provincia.belluno@pecveneto.it entro le ore 12,00 del 4 novembre 2019 indicando nell’oggetto della PEC “Domanda per la concessione di contributi per interventi rivolti alla polifunzionalità” 

Pagina pubblicata Giovedì, 03 Ottobre 2019 - Ultima modifica: Sabato, 05 Ottobre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto