Vai menu di sezione

Obbligo taglio siepi e prati

IL SINDACO RAMMENTA CHE AI SENSI DEL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA RURALE
I proprietari dei terreni confinanti con le strade comunali, vicinali e di uso pubblico, marciapiedi  e piste ciclabili, sia all'interno che all'esterno dei centri abitati del Comune di Cesiomaggiore, devono provvedere a mantenere le siepi, alberature ed altri tipi di vegetazione, ivi comprese le piante di alto fusto, permanentemente regolati in modo tale da evitare restringimenti della strada, marciapiedi e piste ciclabili, garantire la visibilità e sicurezza  della circolazione, assicurare la piena visibilità e leggibilità della segnaletica dalla distanza e dall'angolazione necessarie.
Devono altresì ridurre opportunamente o tagliare le piante che per età, altezza, stato vegetativo e collocazione possano interessare la sede pubblica in caso di caduta parziale o totale o in caso di eventi atmosferici tipo vento, neve, ecc. anche se eccezionali o imprevisti. Per le piante di particolare pregio, vanno ottenute le previste autorizzazioni presso l'Ufficio Tecnico comunale.
Chi esegue lavori di taglio e potatura rimuove smaltisce tempestivamente gli scarti residui vegetali.
I proprietari, gli amministratori o i conduttori dei fondi confinanti con aree soggette a  pubblico  transito rimuovono fogliame, fiori, alberi o rami rinsecchiti comunque lesionati che possano interessare il piano stradale, pedonale o ciclabile.
Le superfici erbate ubicate in centro urbano vanno tagliate almeno due volte nell'arco dell'anno e
comunque per un numero idoneo di volte in modo che sia mantenuto il decoro dell'area e sia evitato il proliferare e lo stanziamento di insetti ed animali vari.
Si avverte che in caso di inadempienza gli interessati saranno soggetti alla sanzione amministrativa prevista dal regolamento comunale di Polizia rurale (da 25 a 500 euro)

Pagina pubblicata Giovedì, 11 Luglio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto