Seguici su

Vai menu di sezione

Premio Pelmo d'oro

Programma

Sarà Cesiomaggiore ad ospitare la 23^ edizione del Premio Pelmo d’Oro.

L’appuntamento, con l’attesa cerimonia, è per sabato 24 luglio 2021 alle ore 10,30 nella Sala Polifunzionale in località Pradenich.

La cerimonia del Premio si aprirà con il simbolico passaggio di consegne tra il Comune di Chies d’Alpago, che ne ospitò la precedente edizione nel 2019, e il Comune di Cesiomaggiore; e proseguirà, quindi, con la consegna dei premi 2021.

I premiati Pelmo d’Oro 2021 sono: l’altoatesino Christoph Hainz per l’alpinismo in attività, l’agordino Eugenio Bien per la carriera alpinistica, il bellunese Giuliano Dal Mas per la cultura alpina. 

Quest’anno il Premio Speciale Dolomiti UNESCO sarà assegnato alla Sezione CAI di Mestre per la gestione del rifugio Galassi e il Premio Speciale della Provincia di Belluno andrà a Giuseppe Tabacco, fondatore e titolare delle  Edizioni Tabacco.

Per finire, ma non di meno conto, la solidarietà con il premio Giuliano De Marchi andrà al carpigiano Dante Colli.

Oltre alla consueta scultura del Monte Pelmo, opera del maestro Gianni Pezzei, vi saranno due opere realizzate dallo scultore Italo De Gol, nato e cresciuto tra Cesiomaggiore e Santa Giustina.

La manifestazione, in collaborazione con la Fondazione Dolomiti UNESCO, gode del patrocinio della Regione del Veneto, del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e dell’Unione Montana Feltrina. Fondamentale per l’organizzazione e per il sostegno economico la “Casa Comune” composta da CAI-CNSAS-GUIDE ALPINE, il Consorzio BIM Piave, nonché la sponsorizzazione di Grafiche Antiga di Crocetta del Montello.

Collaborano alla giornata del Pelmo d’Oro numerose associazioni e volontari tra cui: Gruppo Escursionisti Cesio, Pro Loco di Busche, Comitato S. Agapito, associazione di apicoltori L’ApeRina, Comitato “Festa della patata”, Gruppo Folk di Cesiomaggiore, U.S. Cesio, associazione “Il Tasso” di Menin, Comitato “San Leonardo” di Cesiominore, Comitato Pullir.

Componenti della Giuria della XXIII edizione del Premio “Pelmo d’Oro”:

  • Roberto Padrin | Presidente della Provincia di Belluno;
  • Orietta Bonaldo | Club Alpino Accademico Italiano;
  • Federico Bressan | Club Alpino Italiano
  • Giorgio Brotto | Club Alpino Italiano
  • Roberto De Martin | Club Alpino Italiano, vicepresidente dell’IAMF International Alliance for Mountain Film
  • Paolo Conz | CNSAS e guida alpina
  • Umberto Soccal | Presidente del Consorzio BimPiave di Belluno
  • Giorgio Peretti | Guide Alpine del Veneto

La Giuria assegna il Premio “Pelmo d’Oro” 2021 per l’alpinismo in attività a Christoph Hainz con la seguente motivazione

Giugno 2019: si concretizza in una via di 47 tiri di corda sulla parete sud della Cima Grande di Lavaredo un progetto dell’alpinista e guida alpina Christoph Hainz, accolto e sostenuto dal CAI di Auronzo per l’anniversario della prima salita alla vetta ad opera di Paul Grohmann. In accordo hanno deciso di chiamare Grohmann-Hainz questa bella via, una sorta di seconda normale che sale dal punto più basso fino a raggiungere la vetta, come se 150 anni dopo la guida altoatesina avesse accompagnato ancora una volta l’alpinista viennese, in un abbinamento che valorizza l’alpinismo delle origini e quello contemporaneo. Per la giuria del Pelmo d’Oro è lo spunto per il meritato riconoscimento di un’attività di assoluta eccellenza non solo sulle grandi pareti delle Dolomiti, ma nelle montagne del mondo, frutto di forza, intelligenza, coraggio e passione. 

La Giuria assegna il Premio “Pelmo d’Oro” 2019  per la carriera alpinistica a Eugenio Bien con la seguente motivazione

Eccellente rocciatore e al contempo uomo di grande disponibilità, che lo ha portato ad assumere compiti e cariche - fra cui la Presidenza della Sezione Agordina del C.A.I. succedendo al “Tama” Armando Da Roit - per puro spirito volontaristico, è un simbolo vivente di quella discrezione e generosità che costituiscono il valore più autentico del carattere delle genti dolomitiche.

Il premio, attribuito per la carriera alpinistica, vuole altresì evidenziare la persona e ciò che egli rappresenta, simbolo nel quale si identificano le peculiarità più genuine degli abitanti delle nostre vallate.

Eugenio Bien ha condotto un’attività alpinistica di tutto rispetto; ha inoltre guidato la Sezione Agordina del CAI dal 1982 al 1984, dal 1991 al 1999 e dal 2006 al 2008; la squadra della Stazione del Soccorso Alpino di Agordo l’ha visto tra i suoi più validi componenti praticamente per una quarantina d’anni. 

Attento e prudente, uomo di grande cordialità, Eugenio Bien si è dimostrato in tante occasioni una carismatica figura per l’attività alpinistica agordina, riferimento trainante per i coetanei e per i più giovani; di rilievo la profonda conoscenza della sua terra, la provata sensibilità ambientale, le capacità propositive e attuative in prima persona per la valorizzazione del territorio, in particolare della Conca Agordina, con iniziative che perdurano nel tempo.

La Giuria assegna il Premio “Pelmo d’Oro” 2021  per la cultura alpina a Giuliano Dal Mas con la seguente motivazione

Instancabile, appassionato scopritore dei tesori nascosti nei luoghi più reconditi del paesaggio dolomitico, che ha saputo raccontare in un’intensa attività divulgativa svolta in prima persona con proiezioni di immagini, presenza a manifestazioni ed eventi e, soprattutto, una cospicua produzione letteraria attraverso la pubblicazione di libri ed articoli, valorizzando uomini e luoghi altrimenti sconosciuti al grande pubblico.

Alpinista dei due mondi, con le sue opere ha altresì creato un ponte umano e culturale tra le amate Ande della Patagonia argentina, in cui è cresciuto, e la montagna bellunese solo in apparenza “minore”, attribuendole la dignità che le compete e suscitando la curiosità del procedere per luoghi selvaggi dell’alpe e dell’anima. 

Si è posto, in questa chiave di lettura e divulgazione del territorio e dell’ambiente umano, sulle orme dei predecessori Piero Rossi, Giovanni Angelini, Camillo Berti, Dino Buzzati e di tanti amici meno celebri, avendo l’accortezza di promuovere l’apertura dell’escursionismo al grande pubblico e curando, nel contempo, una metodologia di approccio alla montagna il più possibile consona con la trasmissione dei valori delle generazioni passate.

Ha operato, in tal modo, un’insostituibile azione conoscitiva e divulgativa sia degli uomini d’alpe che dei monti, in particolare quelli noti e meno noti delle “Dolomiti insolite” e del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi fra i quali, senza dubbio, ha conferito dignità sovrana al gruppo della Schiara, esplorato e cantato in ogni suo dimenticato angolo ed ascoso aspetto, rendendoli noti al grande pubblico.

La Giuria attribuisce il Premio Speciale 2021 “Giuliano De Marchi” a Dante Colli con la seguente motivazione

All’alpinista-medico Giuliano De Marchi si era ispirata l’Amministrazione Provinciale per creare nel 2010 un premio speciale per coloro che – testimoni dei valori universali delle genti di montagna – portano contributi alla loro conoscenza, conservazione e valorizzazione.

Quest’anno il riconoscimento va all’alpinista-farmacista Dante Colli, salitore di un migliaio di vie in Dolomiti, autore di centinaia di pubblicazioni sulla montagna, protagonista di un volontariato specialistico (premio AVIS), valente amministratore pubblico in campo sanitario e finanziario, presidente attuale del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna) nonché storico promotore di opere alpine sulle Dolomiti Bellunesi.

La Giuria, sentito il parere della Fondazione Dolomiti UNESCO, assegna il Premio Speciale Dolomiti UNESCO 2021 alla Sezione CAI di Mestre con la sequente motivazione

Una grande montagna, un grande rifugio e un raro esempio di partecipazione: quest’anno inizia il secondo mezzo secolo di autogestione del Rifugio Galassi alla  Forcella Piccola del monte Antelao. Veterani e nuove leve, soci della Sezione CAI di Mestre,  attraverso la loro opera totalmente gratuita, garantiscono ogni anno l’apertura e la complessa gestione di un rifugio con 90 posti letto e una sala multimediale disponibile per organizzare incontri, convegni e corsi.

La Provincia di Belluno, sentito il parere della Giuria, assegna il Premio Speciale Pelmo d’Oro 2021 a Giuseppe Tabacco con la seguente motivazione

Imprenditore friulano, con le sue carte in scala ricche di particolari ha permesso agli amanti delle montagna prima di immaginare i luoghi da visitare e poi di percorrerne i sentieri nella totale consapevolezza delle caratteristiche e delle difficoltà che avrebbero incontrato. Per la loro qualità e precisioni le carte Tabacco sono utilizzate dal CNSAS del Veneto per le operazioni di ricerca e soccorso.

Un nutrito e variegato programma farà da contorno alla manifestazione 

Tutti i sabati e le domeniche si potranno visitare i Musei presenti nel territorio cesiolino, con i seguenti orari:

Museo Storico della Bicicletta: 9.30-12.30 e 15-18

Museo Etnografico della Provincia di Belluno: 15-18.30 

4 luglio 2021 

Val Canzoi - La “Selvarega” IV Edizione 

Il trail più selvaggio delle Dolomiti, con 27.5 km e 1600 metri di dislivello

17 luglio 2021 ore 20.30 

Sala conferenze del Museo Etnografico di Seravella

Abitare in Valle di Sant’Agapito tra l’età del Bronzo e l’età del Ferro – nuove ricerche archeologiche a Cesiomaggiore a cura di Chiara D’Incà, Ispettrice Sopraintendenza ai Beni Archeologici del Veneto e Flavio Cafiero, archeologo 

Durante la giornata sarà possibile visitare il sito archeologico prenotando presso la Biblioteca comunale tel. 0439 43480

18 luglio 2021 dalle ore 9 alle 12

Museo Etnografico di Seravella 

Visita guidata all’apiario didattico a cura dell’Associazione apicoltori “L’ApeRina”

18 luglio 2021 ore 20.30

Orsera, Val Canzoi

Immagini e musica nel cuore selvaggio delle Dolomiti Bellunesi a cura di Ivan Mazzon e Bruno Boz con intermezzi musicali a cura del gruppo Rudemà

22 luglio 2021 ore 21.00

Cesiominore, Via dei Vignaga

“Storie da mangiare” – spettacolo di burattini della compagnia Le Strologhe - Ingresso libero

24 luglio 2021 ore 20.30

Sala polifunzionale, area Pradenich di Cesiomaggiore

Voci dalla Valle di Sant’Agapito

• Prima visione del cortometraggio Far le parole coi s’cios dedicato alle luminarie di Sant’Agapito. A cura di Teddy Soppelsa, riprese e montaggio Roberto De Pellegrin, musiche di Valter Feltrin, prodotto dal Comitato di Sant’Agapito.

• Encomio ai custodi della tradizione delle luminarie di Sant’Agapito.

• La Valle di Sant’Agapito 3000 anni fa, presentazione del sito archeologico di “Cesura”.

• Presentazione del percorso escursionistico l’Anello della Montagna di Mezzo.

Intermezzi musicali folk-rock con la Valter Feltrin Band

25 luglio 2021 ore 9.30

Cesiomaggiore, Piazza Mercato

Escursione lungo l’Anello della Montagna di mezzo

Escursione guidata di media difficoltà, prenotazioni ed informazioni al n. 320.0873176

25 luglio 2021 ore 20.30

Sala polifunzionale, area Pradenich di Cesiomaggiore

Controvento. La vita interrotta di Guido Rossa

Letture e immagini a cura del gruppo teatrale Fuori di Quinta – introduzione di Paolo Conz sulla figura di Guido Rossa alpinista

28 luglio 2021 ore 21.00

Piazza di Montagne

Atlante dell’architettura rurale: il paese di Montagne a cura dell’architetto Alessandro Moretto

29 luglio 2021 ore 20.30

Sala polifunzionale, area Pradenich di Cesiomaggiore

“Contro la peste. Il Feltrino, Venezia e la difesa sanitaria del territorio (1714-1716)” di Bianca Simonato Zasio - Serata di presentazione del libro a cura di Nicola Maccagnan, con letture di Silvana Vignaga.

30 luglio 2021 ore 20.30

Sala polifunzionale, area Pradenich di Cesiomaggiore

Ieri, oggi, domani:  immagini e parole dal Gruppo Escursionisti Cesio.

31 luglio 2021 dalle ore 15.00

Area Pradenich di Cesiomaggiore

Giro Nordic cesiolino –7,5 km adatti a tutti, con partenza libera dalle 16 alle 17 a cura dell’U.S. Cesio

1 agosto 2021 ore 9.30

Girovagando per Cesio – Summer edition - corsa competitiva di 8,5 km; ludico-motoria con due percorsi: 8,5 km e 5 km.

a cura dell’U.S. Cesio

dal 6 al 15 agosto

Area Pradenich di Cesiomaggiore

Circo teatro Patuf

Prenotazioni e informazioni al numero 392 734 2915

8 agosto 2021 ore 7.00 

Cesiomaggiore, Piazza Mercato 

Escursione guidata (per esperti) al sentiero “Corrado De Bastiani” a cura del Gruppo Escursionisti Cesio

prenotazioni e info al numero 348 985 1214 - gruppoescursionisticesio@gmail.com 

12 agosto 2021 ore 21.00

Pullir, piazza della chiesa

“Leggende delle Dolomiti” – spettacolo di Luciano Gottardi - Ingresso libero

20-21-22 agosto

Area Pradenich di Cesiomaggiore

20^ Festa della patata di Cesiomaggiore e dei prodotti agroalimentari - Rassegna enogastronomica – intrattenimento musicale – mercato di prodotti tipici ed artigianali a cura del Comitato Festa della Patata

Premio Pelmo d'oro
Posizione GPS

Come arrivare

Pubblicato il: Venerdì, 09 Luglio 2021

Valuta questo sito

torna all'inizio