Vai menu di sezione

Raccolta firme per introduzione insegnamento di Educazione alla cittadinanza

Il Comune di Cesiomaggiore ha aderito all'iniziativa

Come altri 450 Comuni italiani, anche quello di Cesiomaggiore ha aderito alla proposta dell’ANCI per sostenere l’introduzione della materia di educazione alla cittadinanza come materia scolastica, attraverso una legge popolare. L’iniziativa, lanciata dal Comune di Firenze con il sostegno appunto dell’Associazione Nazionale Comuni d’Italia, è stata avviata lo scorso 14 giugno con la presentazione della proposta di legge. L’obiettivo è quello di far crescere nelle nuove generazioni il senso di appartenenza alla comunità, che è la base del vivere civile e solidale.

L’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia obbligatoria e con voto, in ogni scuola di ordine e grado è estremamente importante: è sui  banchi di scuola che si formano dei buoni cittadini, rispettosi delle istituzioni e delle regole basilari di convivenza, dotati di un grande senso civico. Ci sono ancora quattro mesi di tempo per raccogliere le cinquantamila firme necessarie affinché la proposta di legge possa essere presa in considerazione dal Parlamento.

L’Amministrazione Comunale di Cesiomaggiore, con Deliberazione di Giunta n. 67/2018 ha dunque formalmente appoggiato l’iniziativa e raccoglierà le firme dei cittadini, che possono trovare maggiori informazioni presso la Biblioteca comunale e l’Ufficio Servizi Demografici

Pagina pubblicata Lunedì, 08 Ottobre 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 22 Ottobre 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto