Vai menu di sezione

Assetto del territorio ed edilizia abitativa

In questa sezione rientrano gli interventi legati alla gestione del territorio e all'urbanistica con il piano regolatore generale, il piano particolareggiato e quello strutturale, il programma di fabbricazione, il piano urbanistico e il regolamento edilizio. Questi strumenti individuano i vincoli di natura urbanistica ed edilizia con la definizione della destinazione di tutte le aree comprese nei confini.

Puoi cliccare su questo link della sezione Amministrazione Trasparente per consultare tutta la documentazione relativa (regolamento edilizio, Piano Regolatore Generale, ecc.):

http://sol.consorziobimpiave.bl.it/urbi/progs/urp/ur1UR033.sto?DB_NAME=n1200471&NodoSel=64

A tale missione, in ambito strategico si possono ricondurre le seguenti argomentazioni tratte dal programma di mandato:

Obiettivo: incidere sui bisogni dei cittadini, provvedendo al miglioramento ed alla sistemazione delle strutture e infrastrutture esistenti (piuttosto che impegnare molte risorse su poche, grandi e dispendiose opere).

Obiettivo: sostegno alla ristrutturazione delle abitazioni esistenti e alla qualità delle costruzioni, incentivando il risparmio energetico degli edifici e l’uso delle rinnovabili.

Obiettivo: migliorare le infrastrutture in aree di particolare interesse

Obiettivo: Realizzare  strumenti urbanistici  e piano di zona  aggiornati  e coerenti  con i bisogni del territorio.

-Inoltre sono in programma i lavori per il ripristino idrico del territorio. I lavori saranno finanziati interamente con contributo derivante dal Demanio idrico della Provincia di Belluno per tramite dell’Unione Montana Feltrina.

- Attivare aree dotate di servizio Wi-Fi libero per cittadini e turisti (ad esempio la Val Canzoi, ma anche altre zone).

- Mappare le aree non ancora coperte da segnale telefonico e lavorare con le compagnie per portare il servizio dove ancora è scarso o mancante, tenendo conto dell’inquinamento elettromagnetico e tutelando primariamente la salute dei cittadini

- Al fine della permanenza delle famiglie nel territorio comunale, saranno stanziate risorse specifiche per la ristrutturazione degli edifici esistenti, con particolare attenzione per le giovani coppie o la prima casa. Il primo bando di intervento sarà equivalente e non inferiore ad una annualità dei Fondi di Confine di (500.000 €). I cittadini potranno così trovare un forte stimolo a rimanere a vivere nel territorio di Cesiomaggiore.

Pagina pubblicata Sabato, 25 Novembre 2017 - Ultima modifica: Giovedì, 15 Marzo 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto